Vai al contenuto principale

Energia rinnovabile: 10 luoghi comuni

Abbiamo raccolto i 10 luoghi comuni sull'energia rinnovabile più diffusi spiegando perché si basano su convinzioni errate.

Energia green
Luoghi comuni energia rinnovabile

La crisi energetica ha risvegliato l’interesse verso il settore dell’energia con il conseguente diffondersi di teorie che non rispecchiano la realtà e che è importante smentire in modo da poter avere informazioni corrette su cui basare le proprie decisioni quotidiane.

Abbiamo raccolto 10 delle più diffuse convinzioni riguardanti le energie rinnovabili e abbiamo cercato di spiegare perché sono errate. 

Eccole qui:

1. I pannelli solari funzionano solo quando il cielo è limpido e non ci sono nuvole: FALSO

I pannelli solari non necessitano di luce solare diretta. Funzionano grazie alla luce diurna, anche in presenza di nuvole, che possono talvolta comportare una minore efficienza degli impianti o, al contrario, un’iperproduzione di energia dovuta all’Edge-of-Cloud Effect, che si verifica quando la luce del sole viene ingrandita passando attraverso le goccioline di umidità sul bordo della nuvola.

2. L'energia solare è inutile di notte: FALSO

Gli impianti solari di solito non funzionano di notte, ma i progressi tecnologici di accumulo stanno rendendo possibile l’immagazzinazione dell'elettricità prodotta per rilasciarla al momento del bisogno.

3. Le turbine eoliche rappresentano un maggior pericolo per la fauna: FALSO

La morte di uccelli e pipistrelli a causa di collisioni con le turbine eoliche è nettamente inferiore a quella prodotta da altre attività condotte dall'uomo

4. Produrre impianti solari è controproducente: FALSO

Un impianto di questo tipo impiega da 6 mesi a 2 anni a produrre l’energia necessaria per compensare quella impiegata per crearlo e ha un ciclo di vita che può durare fino a 25-30 anni.

5. Pale eoliche e pannelli hanno un impatto devastante sul paesaggio: FALSO

L’associazione Italy4Climate (I4C), in occasione della conferenza nazionale sul clima di quest'anno, ha presentato un piano di 85 GW da realizzare entro il 2030 che occuperebbe lo 0,3% del territorio italiano, ovvero uno spazio meno esteso del comune di Roma, distribuito su tutto il territorio nazionale.

6. Le fonti rinnovabili sono una tecnologia marginale: FALSO

Secondo Irena, oltre l'80% delle nuove installazioni per la produzione di energia a livello mondiale nel 2020 è costituito da fonti rinnovabili.

7. Affidarsi solo alle rinnovabili per l’elettricità è impossibile: FALSO

In alcuni paesi le fonti rinnovabili coprono già quasi il 100% del fabbisogno elettrico, come in Islanda dove le energie rinnovabili rappresentano circa il 99% del consumo.

8. La transizione alle energie rinnovabili sarà causa di disoccupazione:  FALSO

Al contrario, secondo le previsioni di I4C, la transizione ecologica potrebbe creare fino a 14 milioni di posti di lavoro.

9. Il consumo del carbone in Italia è in calo: FALSO

L’utilizzo del carbone è aumentato del 6% nel 2021 rispetto al 2020, invertendo il trend di decrescita partito nel 2014 e rendendo evidente la necessità di investire su fonti alternative, come le rinnovabili.

10. Le auto elettriche inquinano di più delle altre: FALSO

Le emissioni di CO2 delle auto elettriche sono inferiori a quelle delle auto equivalenti a benzina o diesel, senza dimenticare che il loro impatto potrà ulteriormente ridursi tramite l’utilizzo crescente di energie rinnovabili che renderà il mix energetico sempre più pulito.

Scopri di più sul mondo dell'energia!
Pubblicato il 24 ottobre 2022
Alessandra Corsi
Alessandra CorsiContent Strategist

Ti potrebbero interessare anche

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Puoi acconsentire all'utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa. Leggi di più.